La gestione del conto lavoro con OndaiQ

24 Giu 2016

La gestione del conto lavoro, conosciuta anche come gestione dei terzisti, è un’esigenza tipica delle aziende che affidano determinate fasi di lavorazione a società terze. In questo caso specifico possiamo definirlo Conto Lavoro Passivo.

PC

Photo by Annie Spratt on Unsplash

L’azienda gestisce l’attività e le tempistiche dei terzisti. Per fare questo deve tenere sotto controllo il materiale inviato in conto lavoro attraverso la formalizzazione dei documenti che seguono i processi. In questo post ti spiego come gestire il conto lavoro con il software gestionale OndaiQ.

Il modulo conto lavoro

La gestione del conto lavoro, con il modulo di OndaiQ, permette di soddisfare l’esigenza delle aziende che delegano la lavorazione all’esterno. In questo modo il committente evita l’acquisto di macchinari troppo costosi per la gestione degli assemblaggi o delle lavorazioni marginali.

La gestione del conto lavorazione avviene seguendo tre passi fondamentali:

  1. l’azienda compila l’ordine di lavorazione. Elenca il materiale da inviare al terzista ( materie prime e semilavorati ) e le eventuali lavorazioni richieste per creare il prodotto finito;
  2. l’azienda invia tramite un DDT il materiale al terzista per effettuare la lavorazione;
  3. il terzista consegna i prodotti finiti all’azienda ed emette fattura per la prestazione fornita.

In questo processo operativo attenzione particolare deve essere posta sui movimenti del materiale. Particolare riferimento va fatto alla quantità disponibile e alla quantità impegnata e ai valori di magazzino che la lavorazione comporta.

Gli ordini di lavorazione nella gestione del conto lavoro

La maschera da cui parte la gestione del conto lavoro con il software gestionale OndaiQ è la maschera Ordine di Lavorazione Terzista.

conto lavoro

L’Ordine di Lavorazione è del tutto simile alla maschera “Ordine a Fornitore” ( il Terzista ) con il quale l’Azienda indica attraverso la Distinta Base:

  • l’insieme di materie prime ( da lavorare o montare per ottenere i prodotti finiti );
  • le lavorazioni da effettuare;
  • prodotti finiti da ottenere.

L’Ordine di Lavorazione Terzista viene differenziato dal normale Ordine Fornitore. Il primo si interessa dell’invio delle materie prime dell’Azienda per essere lavorate, il secondo dei materiali forniti dal Fornitore.

Come per l’Ordine a Fornitore la merce indicata nel documento risulta ordinata. Attraverso la data di presunta consegna sarà possibile indicare la prevista consegna della merce ordinata per la lavorazione presso il terzista.

L’Ordine di lavorazione contiene sia l’elenco del materiale necessario per il terzista sia l’elenco delle lavorazioni necessarie da apportare.

Ordine di lavorazione: le tipologie di prodotto e materie prime

E’ necessario distinguere a livello di riga del documento le righe di:

  • prodotto finito che il terzista dovrà produrre;
  • materia prima;

A tal proposito vengono gestiti i seguenti tipi riga:

  1. lavorazione per le lavorazioni;
  2. prodotto finito per il prodotto padre;
  3. articolo per le materie prime e i semilavorati.

All’interno dell’Ordine di Lavorazione verranno precompilate le causali e i depositi da utilizzare per le movimentazioni successive. All’interno dell’ Ordine di Lavorazione è possibile utilizzare anche gli articoli che hanno definito il Tipo Articolo con “Nessuna Gestione”.

Sarà quindi possibile utilizzare lo stesso tipo di articolo sia come Materia Prima che come Prodotto Finito. Questo permetterà di indicare che l’articolo indicato come Prodotto Finito è lo stesso utilizzato come Materia Prima.

L’articolo è comprensivo della lavorazione, permettendo di evitare di censire uno stesso articolo con due anagrafiche ante e post lavorazione.

conto lavoro terzisti

Qualora venga inserito un prodotto finito nelle righe del documento, è possibile esplodere le materie prime e le lavorazioni associate. Basta utilizzare il menu pop up del body ( o il ctrl+E ). In questo modo verranno create “n righe” di tipo articolo/lavorazione associate al prodotto finito.

Ordine chiuso e fatturato nella gestione del conto lavoro

Nell’ordine di lavorazione sono previsti due livelli differenti di chiusura:

  1. l’ordine chiuso: quando sono chiuse tutte le righe di prodotto finito. È necessario che la quantità sia uguale alla quantità consegnata;
  2. l’ordine fatturato: quando sono chiuse tutte le righe di lavorazione. Per quanto riguarda le righe di lavorazione e di articoli forniti da terzista è necessario che la quantità lavorata sia uguale alla quantità fatturata.

Interrogando il Cruscotto Articoli dopo aver generato l’ordine, si visualizzerà nei progressivi di magazzino come il prodotto finito valorizzi il progressivo “Ord. Terzista”. Interrogando le materie prime si visualizzerà il progressivo “Imp. Terzista”.

La maschera prelievo materiali per Terzista per la creazione del DDT

conto lavoro Terzisti

La creazione del documento di trasporto ( DDT ) che identifica il conto lavoro presso il terzista può avvenire attraverso la maschera interattiva “Prelievo Materiali per Terzista”.

Questa procedura riporta a video la situazione dei materiali ancora da inviare. La procedura indica quali disponibilità possono essere soddisfatte in parte, o da un’eventuale giacenza presso il Terzista.

Quali materie prime devono essere inviate sfruttando la disponibilità del deposito dell’azienda. Si offre così la possibilità di generare il DDT Emesso Fornitore in modo automatico.

La gestione delle materie prime nella gestione del conto lavoro

Nella sezione di selezione materiale sono presenti due caselle di controllo “Considera solo Articoli disponibili” e “Considera Materie Prime Disponibili su Dep Terz”.

Attivando la prima casella di controllo la procedura andrà a considerare solo le materie prime disponibili sul deposito dell’Azienda.

Se si attiva invece la seconda casella di controllo la procedura prenderà in considerazione anche le materie prime disponibili sul deposito terzista. Tale opzione può essere attivata di default dai Parametri Terzisti. In questo modo si eviterà l’invio del materiale e si utilizzeranno le disponibilità presenti nel magazzino presso terzi.

Effettuando poi il comando “esegui prelievo” viene abilitata la scheda relativa alla creazione del Documento di Trasporto nella quale sarà possibile impostare determinati default per la creazione del documento stesso.
Infine attraverso il Salva prelievo verrà generato il vero e proprio DDT.

conto lavoro Terzisti4

Nel prossimo post ti mostrerò come impostare i DDt, le fatture ricevute dai terzisti, le anagrafiche e i parametri dei terzisti con il modulo del software gestionale OndaiQ per la gestione del conto lavoro della tua attività.


Alberto Nicrosini

Responsabile Area Software Gestionale. Contatti diretti con fornitori in ambito gestionale. Controllo e gestione problematiche gestionali presso i clienti. Definizione condizioni commerciali e contrattuali clienti-fornitori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Leggi articolo precedente:
Scadenza spesometro 2017
Computer lento? Come farlo diventare veloce senza cambiarlo

Un computer lento provoca perdite di tempo, causa nervosismo e rallenta la produttività. Comprare un computer nuovo è oneroso e la...

Chiudi