Scontrini elettronici: da Luglio obbligo per attività artigiane e commerciali

24 Giu 2019

Dal prossimo 1 Luglio le attività artigiane e commerciali, con un volume di affari superiore a 400mila euro, dovranno emettere gli scontrini elettronici. L’obbligo si estenderà a tutte le imprese da Gennaio 2020, ad eccezione di alcune categorie dettagliate dal Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Scontrini elettronici: sanzioni sospese fino al 31 Dicembre [News]

Moratoria di sei mesi delle sanzioni, per i soggetti obbligati dal 1° Luglio alla trasmissione degli scontrini e delle ricevute on line. La mancata applicazione delle sanzioni varrà fino al 31 Dicembre 2019 e scatta se la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri è effettuata entro il mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione, entro i termini di liquidazione dell’Iva.

Fonte: Il sole 24 ore

scontrini elettronici registratore di cassa

Photo by Christiann Koepke on Unsplash

Provvedimento di riferimento

Il provvedimento di riferimento è il Decreto 10 maggio 2019: “Specifici esoneri, in ragione della tipologia di attivita’ esercitata, dagli obblighi di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei corrispettivi”, nella G.U. Serie Generale n.115 del 18 Maggio 2019.

Gli scontrini elettronici saranno inviati in tempo reale all’Agenzia delle Entrate. Per questo motivo i commercianti dovranno aggiornare i registratori di cassa non omologati.

Adeguamento dei registratori di cassa

Per trasmettere in modo elettronico gli scontrini, gli esercenti dovranno adottare una delle seguenti soluzioni:

  • acquistare o noleggiare i nuovi registratori telematici;
  • dotarsi di adattatori per convertire il flusso di cassa in dati digitali.

Contibuti pari al 50% sulla spesa sostenuta per i nuovi registratori di cassa

Per ogni misuratore fiscale lo Stato offre un contributo pari al 50% della spesa sostenuta, fino a un massimo di:

  • 250 euro in caso di acquisto;
  • 50 euro in caso di adattamento.

Il contributo è valido per le spese sostenute nel 2019 e nel 2020. Viene concesso all’esercente come credito d’imposta, utilizzabile in compensazione tramite modello F24. Il credito deve essere indicato:

  • nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta in cui è stata sostenuta la spesa;
  • nella dichiarazione degli anni d’imposta successivi, fino a quando se ne conclude l’utilizzo.

Come ottenere il bonus

Il modello F24 deve essere presentato tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

Fonte: Agenzia delle Entrate

Scontrini elettronici e Clienti

La trasmissione dei corrispettivi sarà effettuata dai dispositivi abilitati ed in modo autonomo senza la necessità di invio file da parte dell’utente. Rimarrà sempre possibile emettere il documento cartaceo sostitutivo dello scontrino al Cliente.

Scontrini elettronici e fatturazione elettronica

In alternativa alla gestione elettronica dei corrispettivi, per i soggetti interessati da Luglio e per tutti dal 2020, potrà essere utilizzata solo la fatturazione elettronica. Unica eccezione eventuali categorie specifiche escluse e dettagliate in normativa.

Chiaramente l’Agenzia delle Entrate potrebbe implementare modalità alternative per trasmettere i corrispettivi e per rilasciare un documento commerciale senza l’utilizzo dei registratori telematici.

Software gestionali OndaiQ

I prodotti gestionali non potranno rilasciare un documento commerciale in modo equivalente all’attuale ricevuta fiscale, strumento destinato a scomparire. In sintesi questa nuova gestione non comporterà modifiche ai nostri prodotti gestionali e non richiederà alcun invio elettronico perché effettuato in autonomia dai dispositivi di nuova generazione.

Fonti: Agenzia delle Entrate, QuiFinanza, GazzettaUfficiale

Share

Alessandro Brocchetta

Assistenza software Area Software Gestionali OndaiQ e OceanoiQ presso Atc Service Srl.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.